Per ogni razza un lavoro: bisogna aiutare il proprio cane a dar sfogo alle sue qualità istintive innate, così da poter evitare problemi comportamentali.

Trasportino per cani
23 ottobre 2021

Per ogni razza un lavoro: bisogna aiutare il proprio cane a dar sfogo alle sue qualità istintive innate, così da poter evitare problemi comportamentali.

In questo articolo approfondiamo come la razza di un cane influisce sul temperamento, le attività e lo scopo per il quale è stata creta. Prima però mettiamo a tacere una diceria comune. La razza non influisce MAI sul destino caratteriale del cane. Altra credenza comune da sfatare è la razza più o meno aggressiva; ci sono Pitbull buonissimi e Pincher aggressivo, anche se visivamente e mentalmente viene da pensare il contrario. La razza non determina il carattere del cane, ma la sua energia. La razza invece influenza la predisposizione ad alcune attività, e scegliendo le giuste attività puoi far scaricare l’energia del tuo cane e di conseguenza evitare problemi comportamentali, compresa l’aggressività. Quando si sceglie un cane, l’errore più grande è non tener conto della razza e dell’energia specifica della stessa. La connessione tra il cane ed il padrone è la base di una buona convivenza e sicuramente alza le probabilità che il cane non abbia problemi comportamentali in futuro. L’energia del cane deve essere sempre uguale o inferiore alla tua. Un cane come il border collie, grande resistenza fisica e la capacità di correre per diversi chilometri dietro alle greggi, come si può pensare che con le stesse caratteristiche, oggi questa razza possa vivere in un appartamento, e l’unica attività fisica che gli proponiamo è il giro dell’isolato tre volte al giorno? Quindi la prima domanda da porsi è: ho lo stile di vita adatto per far sì che possa scaricare la sua energia come necessita?
akita-g7bdd14929_1920
animal-ga488a7653_1920
Le caratteristiche d’energia del cane risiedono nel loro DNA, e di conseguenza l’impossibilità di sfogarsi crea cani frustrati ed infelici, e di conseguenza problemi comportamentali. Se ogni padrone facesse sfogare al proprio cane tutte le energie in eccesso che per natura ha, e gli desse un compito da svolgere, allora i problemi comportamentali calerebbero inesorabilmente. I nostri avi non avevano in mente la creazione di cani che attaccassero o uccidessero persone o altri animali. Semplicemente quei cani incanalavano l’energia in un lavoro, uno scopo, ed a fine giornata erano soddisfatti e sfiniti, e non sentivano il bisogno di sfogare la frustrazione con il primo braccio a portata di morso. Ricordiamo sempre, più un cane è di razza, più verrà guidato dalle caratteristiche innate della razza. Non pensi sia così? Prova a liberare un Border Collie, che non ha mai visto una pecora, in mezzo ad un gregge; rimarrai stupito di come si adatterà in poco tempo, grazie al suo istinto, a svolgere il lavoro per il quale è nato. Ovvio che farlo sfogare con un gregge non è cosa per tutti, ma possiamo comunque soddisfare la sua energia con dei giochi che sono alla portata di tutti Da sottolineare che nessuna delle attività può sostituire l’importanza della passeggiata quotidiana, quindi è bene capire quale sia la quantità di esercizio fisico che il proprio cane debba fare ogni giorno. Se il vostro cane ha un’energia maggiore potete aiutarvi con una bicicletta o uno zaino da cane, ad alcuni basta qualche KM, altri, vedi cani pastori, hanno bisogno di molto movimento, possono fare anche tra i 10 e i 20 KM al vostro fianco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »